Termoflussimetria

Analisi della resistenza termica e valutazione della trasmittanza in opera di elementi costruttivi opachi  (pareti, solai, coperture) analisi delle dispersioni e ponti termici, calcolo della trasmittanza; analisi ad elementi finiti – Sistema di acquisizione certificato SIT – Accuratezza della misura - Operatore qualificato.

TECNICHE E OBIETTIVI DELLA TERMOFLUSSIMETRIA IN AMBITO EDILE

Analisi Termoflussimetrica

La Termoflussimetria è una tecnica di misura in opera della resistenza termica di un elemento opaco (parete, solaio) che è soggetto ad un flusso termico quando è interposto tra ambienti a diverse temperature.

Il metodo di misura consiste nel valutare con sufficiente  precisione la trasmittanza "U" dell'elemento opaco, dopo un periodo di rilievo continuo della resistenza termica dell’elemento stesso (minimo 72 ore; consigliabile  7 gg.) purché non vengano eseguiti gravi errori di posizionamento  delle sonde e/o di misura.

La tecnica prevede di collocare, nel modo più corretto in punti idonei prescelti e ben individuati sulla parete da esaminare (possibilmente orientata a nord) un sistema composto da almeno quattro sonde di temperatura di superficie (due interne e due esterne corrispondenti) e una piastra termoflussimetrica, collegate ad uno strumento acquisitore Datalogger, programmato con rate di acquisizione di 10 ÷ 15'.

I dati rilevati possono essere elaborati con software dedicati secondo due distinte procedure:

  • Metodo di calcolo delle “medie progressive”
  • Metodo di calcolo “Black-box”

Il metodo più utilizzato è quello delle “medie progressive”. Il sistema di acquisizione è composto dalla  centralina elettronica datalogger, da almeno due coppie di sonde di temperatura di superficie e una piastra termoflussimetrica.

La valutazione in opera della resistenza termica di un elemento opaco è alternativo ai metodi teorici  che, senza dubbio sono di minor precisione. Infatti i metodi di calcolo teorici non tengono conto dell’invecchiamento dei materiali e  delle   reali variazioni delle condizioni fisiche e del comportamento termico dei materiali posati in opera, ed alle inevitabili variazioni delle caratteristiche fisiche che intervengono per effetto dell’esposizione dei materiali agli agenti esterni nel tempo.

E’ bene precisare che Il  metodo di misura  termoflussimetrico richiede una particolare attenzione nel posizionamento e nell’applicazione delle sonde, di una elevata accuratezza e precisione di misura del sistema di acquisizione per contenere il seppur minimo  margine di errore ed evitare significativi errori di misura.

Strumentazione utilizzata: Babuc A – LSI; sonde e piastra termoflussimetrica a contatto (sistema certificato e calibrato SIT).

AppIicazioni: 

  • Misura della resistenza termica in opera e calcolo della trasmittanza;
  • Supporto alla classificazione e certificazione energetica degli edifici;
  • Supporto alla progettazione degli interventi di risanamento e di riqualificazione energetiche degli edifici;
  • Verifica e controllo della rispondenza alla regola dell’arte degli interventi di efficentamento energetico degli edifici in relazione al progetto con particolare riferimento all'isolamento termico dell'involucro o di eventuali interventi di coibentazione termica (“cappotti” e  insuflaggi).

Vantaggi:

  • Analisi eseguibile direttamente in situ;
  • Non invasività del metodo;
  • Analisi quantitativa per la valutazione dei flussi termici degli elementi opachi senza necessità di interventi distruttivi
  • Contenimento dei costi per la riqualificazione energetica;
  • Affidabilità dei risultati (se eseguita correttamente) con riduzione del margine di errore di misura.

RIFERIMENTI NORMATIVI: UNI EN 1934: 2000; UNI EN ISO 6946: 1999; ISO 9869-1: 2014; ISO 6944

CONTATTI

A Bi Effe
Arch. Saverio Bevilacqua
Diagnostica N.D. ed edilizia intregata
EMAIL: info@abieffeimpresa.it
TEL/FAX: 011 6631835
MOBILE: 333 2606949
INDIRIZZO:
Via Canelli, 72 - 10127 Torino
A bi Effe s.n.c. è anche su Facebook

Contattaci

Projected by

Web Agency